dialoga con l’autrice Emanuela MASSERIA.
Paola GREGORIC arpa
 
GIOVEDÌ 17 OTTOBRE ORE 18.03
Palazzo De Grazia - GORIZIA
 
 
È il 1946 e, come migliaia di altri bambini del Sud, Amerigo lascia il suo rione di Napoli e sale su uno dei treni che attraversano l'intera penisola per andare a trascorrere un anno in una famiglia del Nord. Il Partito Comunista ha creato una rete di solidarietà per strappare i piccoli alla miseria delle zone più devastate dall'ultima guerra. Amerigo ci mostra un'Italia che si rialza dalla guerra. Smarrito e nostalgico, poi sempre più curioso, a Modena si affeziona alla nuova famiglia e, attraverso il «papà del Nord», scopre pure un talento per la musica. Sarà proprio questo, al suo ritorno a Napoli, a segnare il distacco doloroso dalla madre Antonietta, che non riesce più a capirlo. Fino a quando, cinquant'anni dopo, lui non tenta di ricomporre quella lacerazione, anche se è ormai troppo tardi.
 
VIOLA ARDONE, insegnante liceale, con due romanzi alle spalle, La ricetta del cuore in subbuglio (2012) e Una rivoluzione sentimentale (2016). Protagonista alla Fiera di Francoforte, il suo Il treno dei bambini, prima di uscire nel 2019 è già stato un successo mondiale: al centro di una combattutissima asta tra editori, vinta da Einaudi Stile Libero. I diritti di traduzione sono stati già acquistati da 19 paesi e c’è anche un’opzione per il cinema.
 
EMANUELA MASSERIA giornalista de Il Piccolo e psicologa, collabora con periodici, siti web e uffici stampa e insegna Teoria della comunicazione in una scuola superiore.
Preludio musicale della giovane arpista PAOLA GREGORIC