Cari amici delle 18.03,

è già tempo di bilanci per la nostra rassegna letteraria che ha conclusa la sua ventisettesima edizione mercoledì scorso, al Museo di Santa Chiara. Ospite lo scrittore e scenografo bolzanino, bolognese di adozione, Alex Alex Boschetti, accompagnato da un live painting del fumettista Fabio Babich della Sergio Bonelli Editore, a commento dell’incontro. Una performance particolarmente apprezzata dal pubblico, numeroso e attento, come sottolineato più volte da Boschetti, anche a margine dell’incontro: “ non è così facile trovare, anche nelle grandi città, un pubblico così numeroso e attento per la presentazione di un libro”.

E’ stata finalmente un’ edizione tutta in presenza e senza tanti limiti di accesso alle varie sale, che ha risposto del tutto alle nostre aspettative, con settecento presenze ai vari incontri e più di qualche persona rimasta purtroppo fuori dalle sale già al limite della capienza possibile.

Un risultato che noi giudichiamo sicuramente molto positivo.

Ora l’auspicio è che così si possa continuare superando la situazione pandemica che tanto ha limitato la nostra vita, ivi comprese le iniziative culturali come la nostra.

Particolare prudenza e attenzione è stata posta in tutti gli incontri in sala e nelle due uscite tematiche:  siamo stati rigorosi nell’osservare tutte le misure di prevenzione previste.

Lo abbiamo fatto grazie alla collaborazione di tutti i soggetti che ci hanno accolto nei vari incontri il Comune di Gorizia il Kulturni dom e Villa Codelli dai quali abbiamo avuto molta collaborazione e grande disponibilità.

La volontà, espressa anche in occasione della conclusione della rassegna al Museo di Santa Chiara, è quella di proseguire in questa lunga storia iniziata a ottobre 2008: l’appuntamento è quindi per l’edizione primavera, con tante nuove idee, nuove collaborazioni e qualche sforamento dalle mura cittadine.

Sempre maggiore è l’interesse alla rassegna delle maggiori case editrici nazionali, che stanno già proponendo, lavori in uscita a inizio del prossimo anno.

Confermiamo, anche, di voler essere parte attiva nella marcia di avvicinamento al prestigioso appuntamento del 2025, cui abbiamo sempre creduto, con le nostre proposte culturali e con la volontà di continuare ad aggregare le persone al nostro progetto, con un occhio di riguardo al mondo giovanile che si è affacciato, partecipativo e con nostro grande piacere, alla rassegna.

La sfida ora sarà anche quella di offrire proposte che sappiano coinvolgere di più quel mondo pur mantenendo legami stretti con un pubblico consolidato e incrementato nel corso delle varie edizioni, ventisette. Appuntamento a primavera per la prossima edizione ma Il libro delle 18.03 non mancherà neppure al tradizionale appuntamento, anche questo nuovamente in presenza, con gli auguri al suo pubblico per le prossime festività natalizie: si sta lavorando e non possiamo al momento anticipare ancora niente, se non la data: il 16 dicembre, naturalmente alle 18.03.

Grazie a tutti,

lo staff delle 18.03