Associazione culturale Apertamente e Fondazione Roberto Visintin

promuovono un Premio letterario riservato a giovani autori di narrativa e saggistica dedicato alla memoria di Roberto Visintin.

L’evento è diventato ormai un appuntamento fisso per il settore della scrittura, non solo locale, grazie all’impegno di Apertamente, che ha sede a Monfalcone ed è operativa sul territorio regionale dal 2010, e di Evelyn e Marino Visintin, genitori di Roberto.

Tre le edizioni sin qui svoltesi: la prima è stata vinta da Matteo Femia con il libro “Il Letargo degli orsi a Sarajevo”, mentre la seconda ha premiato a pari merito Marina Lalovic, giornalista serba di Rai 3 con il suo lavoro “La cicala di Belgrado”, e Irma Hibert, docente nativa di Sarajevo autrice de “La sopravvissuta”.

La terza edizione ha visto vincitore Tommaso Speccher con il libro “La Germania sì che ha fatto i conti con il nazismo”.

La partecipazione è riservata a scrittori con età non superiore ai 45 anni: le opere dovranno essere presentate con modalità che saranno meglio dettagliate alla vostra manifestazione di interesse entro il 31 gennaio 2024.

Il premio sarà unico e consisterà nella cifra di euro 1.000,00: verrà consegnato con una cerimonia pubblica entro il 30 aprile 2024.

Vi prego di volermi cortesemente segnalare un autore il cui libro abbia le caratteristiche ricordate e che, preferibilmente ma non necessariamente, trovi ambientazione nella nostra Regione.

I testi inviati non saranno restituiti e la partecipazione alla selezione implica di fatto l'accettazione di quanto qui elencato.

L’ambizione dell’Associazione è quella di consolidare questo premio, in modo di promuovere e premiare la ricerca e l’ingegno dei giovani autori della Regione.

I promotori intendono espandere sia la platea dei possibili concorrenti che gli ambiti tematici di riferimento, così da riflettere sempre meglio il ventaglio di interessi che Roberto Visintin ha coltivato, valorizzando allo stesso tempo la memoria di ciò che ci ha lasciato.

“Apertamente” da anni è un punto di riferimento fondamentale nel panorama culturale del Friuli Venezia Giulia e, con questa iniziativa, si conferma uno dei sodalizi più importanti nella promozione e divulgazione culturale del nostro territorio.

La Giuria sarà resa pubblica dopo il termine della consegna dei lavori e sarà formata da tre membri: i loro nomi verranno pubblicati sul sito dell’Associazione e ai mezzi di informazione.

Il giudizio della Giuria stessa sarà insindacabile.

L'autore vincitore del premio avrà l’opportunità di presentare la sua opera nel corso della rassegna letteraria “Il libro delle 18.03”, che da ormai molti anni si svolge a Gorizia, raccogliendo il consenso del pubblico e dei mezzi di informazione locali e nazionali.

Vi ringraziamo anticipatamente per l’attenzione che vorrete dedicare alla nostra iniziativa.

Cordialmente,

Associazione Culturale Apertamente

Il Premio Roberto Visintin è come quei venti e quelle acque capaci di superare ogni argine imposto, perché dedicato a un uomo che attraverso l’amore per la cultura, la letteratura e la Storia aveva fatto della volontà di condivisione e della sete di conoscenza le pietre miliari della propria esistenza. L’associazione Apertamente e la famiglia di Roberto proseguono così nel solco da lui indicato e nel modo migliore per rendere onore alla sua figura: con un premio che porta il suo nome e con cui si promuovono le mescolanze fertili, il plurilinguismo fruttuoso, la memoria condivisa di questi territori, dove la frontiera tra idee, popoli e mercati è stata spesso virtuosa, talvolta sanguinosa, certamente mai banale. Il premio Visintin rappresenta alla perfezione il tratto migliore di queste zone di confine: è l’azione di uomini che costruiscono e non distruggono”. Come nello spirito di Nova Gorica – Gorizia 2025.