Dialoga con l’autore Alessandro MEZZENA LONA
 
GIOVEDÌ 26 OTTOBRE 18.03
Museo Santa Chiara Corso Verdi 18 - GORIZIA
 
 
Tutto nella vita di Ilaria si regge su un equilibrio incerto. Il suo lavoro d’insegnante è precario, della vita sentimentale ormai invece non ricorda più traccia perché ha collezionato così tanti uomini sbagliati da non volere più abbandonarsi a nessuno. Rimane la famiglia, ma anche quella non le regala certo gioie perché il padre Attilio, detto Attila, non ha mai avuto un rapporto tenero con lei e Ilaria ha sempre sospettato che nascondesse qualcosa. Quel sospetto diventa certezza il giorno che alla sua porta bussa un ragazzo di colore che dice di essere il nipote di Attilio e delle donne che lui amò durante l’occupazione fascista in Etiopia. Per Ilaria è una doccia fredda: perché il padre le ha tenuto nascosta questa storia per tutti questi anni? L’unica cosa da fare è indagare e capire se il ragazzo le sta raccontando la verità. Inizia così un viaggio verso l’Etiopia, verso una guerra crudele in cui gli italiani non furono sicuramente ricordati come degni combattenti, ma solo come terribili invasori.
 
FRANCESCA MELANDRI è una sceneggiatrice, scrittrice e documentarista italiana. Ha esordito nella narrativa nel 2010 con Eva dorme, un romanzo che ripercorre gli anni del terrorismo sudtirolese. Del 2012 è Più alto del mare finalista al Premio Campiello e vincitore del Premio Rapallo Carige. Ha firmato le sceneggiature, tra l'altro, di Zoo, Chiara e gli altri, Fantaghirò, Cristallo di Rocca, Nati ieri e molti episodi della serie Don Matteo.
 
ALESSANDRO MEZZENA LONA, giornalista, è responsabile delle pagine culturali de Il Piccolo. Autore di saggi sulla letteratura italiana, ha vinto nel 2013 il Premio Grado Giallo Mondadori.