La Casa Museo di Osiride Brovedani La Risiera il Ghetto
a cura di Marzia ARZON, Lia GREGORETTI
in collaborazione con Fondazione Osiride Brovedani
 
SABATO 21 APRILE 9.03
p.le Martiri per la Libertà d’Italia (piazzale Stazione) - GORIZIA
 
 
L’escursione inizia con una visita guidata alla Risiera, stabilimento per la pilatura del riso, costruito nel 1898 nel periferico rione di San Sabba. Utilizzato dall’occupatore nazista come campo di prigionia provvisorio per i militari italiani catturati dopo l’8 settembre 1943, venne poi destinato sia allo smistamento dei deportati in Germania e in Polonia e al deposito dei beni razziati, sia alla detenzione ed eliminazione di ostaggi, partigiani, detenuti politici ed ebrei. Tristemente famoso per essere l'unico campo di sterminio in territorio italiano con un forno crematorio attivo fino alla fine della guerra, è Monumento Nazionale dal 1965. Si prosegue poi, accompagnati da Lia Gregoretti, con la visita alla casa-museo di Osiride Brovedani, imprenditore e benefattore che dopo aver raggiunto l’apice della sua attività imprenditoriale nella Fissan, si è voluto ricordare di quella che era stata la sua sofferta base di partenza.
Fu arrestato nel luglio del 1944 e dopo qualche giorno di prigionia al Coroneo, internato nei campi di concentramento nazisti di Buchenwald, Dora e Belsen. Nel pomeriggio passeggeremo con la guida Marzia Arzon lungo le stradine e la storia dell'antico Ghetto ebraico di Cittavecchia, brulicante di voci e colori, di rigattieri, librerie e locali, a due passi da Piazza della Borsa e da Piazza Unità.
Modalità: il pranzo sarà la tipica sardonada triestina presso un Social Food di Ponterosso. Rientro previsto nel pomeriggio.