Cari amici delle 18.03,

pensando di fare cosa gradita vi invitiamo alla presentazione del libro

Incunaboli a Nova Gorica

martedì 6 febbraio 2024, alle ore 17 al Convento francescano della Castagnavizza a Nova Gorica

Inkunabule v Novi Gorici

v torek, 6. februarja 2024, ob 17. uri v Frančiškanski samostan Kostanjevica v Novi Gorici.

 

Un cordiale invito a partecipare anche alla visita guidata, gratuita, alla Biblioteca Stanislav Škrabec e alla mostra di incunaboli che si terrà mercoledì, 7 febbraio 2024, alle ore 11:00, 13:00, 15:00 e 17:00.

Prijazno vabljeni tudi na brezplačno vodenje po Škrabčevi knjižnici in razstavi inkunabul, ki bo v sredo, 7. februarja 2024, ob 11.00, 13.00, 15.00 in 17.00.

 

Si tratta della presentazione di due volumi legati in uno, gemelli, con il testo in sloveno e in italiano, quindi a pari livello. 

E' il catalogo analitico di 27 incunaboli, cioè libri stampati nel 1400, conservati a Nova Gorica: 1 alla Biblioteca comunale Bevk, 5 a Salcano presso la famiglia Brezigar (una importante collezione privata tutta dedicata alla storia del Goriziano, che potrebbe essere oggetto di una visita apposita), e i rimanenti alla Biblioteca del convento della Castagnavizza. Il catalogo è preceduto dalla storia delle singole raccolte. 

Mentre per le raccolte conservate a Gorizia ci sono numerosi repertori e studi, per le raccolte d'oltreconfine c'era ben poco, tenuto conto dei rivolgimenti storico-politici che ci sono stati e quindi anche di una certa segretezza dei dati.

Con l'occasione è stato ufficialmente restituito dai frati di Trento che fino al 1947 gestivano il Convento, un incunabolo che apparteneva inequivocabilmente alla Castagnavizza (dai registri e dai timbri era chiaro). Un altro incunabolo di certa provenienza Castagnavicense è stato individuato nel Museo archeologico nazionale di Cividale del Friuli e probabilmente i frati tenteranno di riaverlo prossimamente.

Quindi nel nostro caso sono stati descritti ampiamente gli incunaboli (cosa utilissima in caso di furti) e sono state avviate le procedure per riavere i mancanti. Il progetto riguarda la catalogazione di raccolte minori, meno note al pubblico degli studiosi, ma non per questo meno importanti.

Lo Staff delle 18.03